Comunisti e Cattolici

Comunisti e Cattolici e' uno studio dell'influenza popolare del comunismo nel panorama sociale e politico italiano. Il libro propone al lettore un assemblaggio informativo e rilevante di ritratti individuali, eventi storici, e analisi sociopolitica. Kertzer attinge alla propria esperienza di ricerca presso un quartiere popolare di Bologna, la capitale del comunismo italiano, per portare alla luce la lotta tra la Chiesa Cattolica ed il Partito Comunista per assicurarsi la fedelta' del popolo italiano. Kertzer illustra come gli Italiani abbiano vissuto il paradosso di vivere in un paese che e' allo stesso tempo sede del Vaticano e del piu' grande Partito Comunista del mondo occidentale. Attraverso la descrizione e l'analisi dell'operato locale del Partito Comunista, del ruolo locale delle organizzazioni affiliate e della partecipazione dei membri agli affari del Partito, Kertzer dimostra come gran parte della forza del Partito e la fedelta' dei suoi membri sia il risultato di fattori sociali piu' che ideologici.

Nello stesso momento in cui le direttive nazionali del Partito Comunista indicano una conciliazione con la Chiesa, i comunisti si trovano in pratica di fronte ad una popolazione in cui l'anticlericalismo e' un valore profondamente radicato e ad una Chiesa che decreta l'incompatibilita' tra il comunismo e il cattolicesimo. Su questo sfondo sociale e politico Kertzer esamina le pressioni e le scelte degli individui, e le forze che influenzano le relazioni tra il Partito Comunista e la Chiesa Cattolica.